Novità

05/04/16

Seminario di informazione: LA POVERTA' COME PROBLEMA DI DEMOCRAZIA

Il giorno 7 aprile alle ore 17 Alleanza contro la povertà nel Cremonese organizza, presso la Fondazione Città di Cremona,  il seminario di informazione:

LA POVERTA' COME PROBLEMA DI DEMOCRAZIA- Le politiche di contrasto alla povertà in Italia: novità e criticità

Qui sotto è possibile scaricare il volantino dell'iniziativa

14/03/16

Presentazione libro "Misericordia per Giuda" di Don Primo Mazzolari

GIOVEDì 31 MARZO alle ore  17.30, presso la Sala Consiliare della Fondazione Città di Cremona in piazza Giovanni XXIII n. 1, Fondazione Città di Cremona e Fondazione Don Primo Mazzolari presentano il libro

"MISERICORDIA PER GIUDA" di Don Primo Mazzolari

Interverranno:

Mons. Antonio Napolioni, Vescovo di Cremona

Don Bruno Bignami, Presidente della Fondazione "Don Primo Mazzolari" e curatore del libro

Avv. Uliana Garoli, Presidente della Fondazione Città di Cremona

Coordinamento: Prof.ssa Tiziana Cordani

30/11/15

Accordo di programma con Comune di Cremona e Azienda Speciale Comunale Cremona Solidale

Comune di Cremona, Fondazione e Azienda Speciale Comunale Cremona Solidale unite per riorganizzare alcuni servizi e riprogettare due complessi immobiliari strategici: l'edificio storico dell'ex Soldi e il "Barbieri" di via XI Febbraio. E' questo lo scopo dell'Accordo di Programma sottoscritto dal Sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, dalla Presidente della Fondazione Città di Cremona Uliana Garoli e dal Presidente dell'Azienda Speciale Cremona Solidale Emilio Arcaini, alla presenza dell'Assessore alla Trasparenza e Vivibilità sociale Rosita Viola, dell'Assessore al Welfare di comunità Mauro Platè e dei componenti dei Consigli di Amministrazione dei due Enti.

I due complessi al centro dell'Accordo di Programma, considerati bene comune della città, entrambi di proprietà della Fondazione, saranno riprogettati e ristrutturati. La necessità comune è quella di rinnovare alcuni servizi gestiti in via Brescia 207, ricollocare altri servizi gestiti in città e dare vita a nuovi servizi che il sistema di welfare richiede quali, ad esempio, centri diurni integrati anziani, comunità alloggio anziani, comunità sociosanitarie, centri diurni disabili, residenze sanitarie disabili.